Diario calabrese di cultura e iniziativa politica Radicale

Abolire la miseria » Articoli per l'argomento 'Testamento biologico'

Un sabato radicale con Mina Welby a Cosenza Non ci sono commenti

Mina Welby

Mina Welby

Sabato 28 maggio 2011 Mina Welby sarà a Cosenza per tre appuntamenti: alle ore 17:00 parteciperà a una conferenza stampa sull’omofobia organizzata da Calabria Radicale, Certi Diritti Calabria, Eos Arcigay Cosenza, Equality Italia e il Movimento Omocrazia, presso la libreria Ubik (Via Galliano 4 – Tel. 0984 1810194), modererà Marco Marchese, del Comitato nazionale di Radicali italiani. Alle ore 18:00 sempre presso la libreria Ubik presenterà il suo libro “L’ultimo gesto d’amore” e il libro postumo di Piergiorgio Welby “Ocean Terminal”; interverrà Riccardo Cristiano del Comitato nazionale di Radicali italiani; modererà l’incontro Saverio De Morelli, Segretario di Calabria Radicale. Al termine della presentazione dei libri Mina Welby parteciperà su Corso Mazzini al volantinaggio informativo e contro l’omofobia organizzato da Calabria Radicale, Certi Diritti Calabria, Eos Arcigay Cosenza, Equality Italia e il Movimento Omocrazia. Promuovete e soprattutto partecipate a queste iniziative.

Registro dei testamenti biologici in Calabria. Non ci sono commenti

Conferenza stampa di Calabria Radicale sull’iniziativa per chiedere a tutti i Comuni della Calabria d’istituire il registro dei testamenti biologici dove scrivere e registrare anche le volontà anticipate sui trattamenti sanitari. Relatori: Mina Welby (Direzione dell’Associazione Luca Coscioni) e Marco Marchese (Segretario dell’Associazione Calabria Radicale).


I Signori giornalisti che intendono porre domande a Mina Welby ( schettw@libero.it – 3381148793) oppure a Marco Marchese ( segretario@calabriaradicale.it – 3356696982) possono farlo attraverso la posta elettronica oppure telefonicamente negli orari 10:00 – 13:00 / 15:00 – 18:00 nei giorni 27-28 e 29 settembre 2010. Leggi l’intero intervento

Incontro pubblico con Mina Welby, sabato a Cinquefrondi (Rc) Non ci sono commenti

Mina Welby
Mina Welby

L’Associazione Megale Hellas in collaborazione con Calabria Radicale ha organizzato per sabato 4 settembre 2010 un incontro pubblico che si terrà a Cinquefrondi (Rc), dalle ore 18:30 presso la mediateca comunale alla quale parteciperà Mina Welby. Sarà dibattuto il delicato tema del “Fine vita” e del “Testamento biologico” attraverso la presentazione del libro di Mina Welby, “L’ultimo gesto d’amore” che racconta con semplicità, ma allo stesso tempo con forza, la drammatica esperienza di accettare la volontà del marito Piergiorgio di spegnere il respiratore che lo teneva in vita poiché quelle condizioni egli riteneva non fossero più degne di essere vissute. Suicidio? Eutanasia? Porre fine all’accanimento terapeutico? Le polemiche seguite alla morte di Piergiorgio Welby furono violentissime, la Curia di Roma negò perfino il funerale con dichiarazioni che giunsero dalle più alte cariche delle gerarchie Vaticane e il Dottor Mario Riccio, che materialmente spense il respiratore dopo aver sedato Piergiorgio Welby, oltre a essere indagato dalla Procura della Repubblica subì un procedimento dal Consiglio dell’Ordine dei medici. Fu prosciolto, nell’uno e nell’altro procedimento e le polemiche archiviate; ma in Parlamento giace una proposta di legge “contro” il testamento biologico che allo stato attuale può essere rilasciato nei fatti, pur senza una puntuale regola legislativa. Come? In che modo? Allora il caso “Welby” e la vicenda “Englaro” possono verificarsi ancora? A queste e a tante altre domande si cercherà di dare risposta durante la serata cui interverranno oltre a Mina Welby che per la prima volta partecipa in Calabria a un incontro pubblico, Angelo Siciliano (Vice Presidente dell’Associazione Megale Hellas) e Marco Marchese (Segretario di Calabria Radicale).



La vita senza limiti. Il libro di Beppino Englaro Non ci sono commenti

La copertina del libro La vita senza limiti di Beppino Englaro

La copertina del libro La vita senza limiti di Beppino Englaro

La vita senza limiti – Beppino Englaro con Adriana Pannitteri – La morte di Eluana in uno stato di diritto – Rizzoli – 2009

Nessuna famiglia dovrà patire
quello che abbiamo subìto.
Io posso solo continuare a
battermi per una legge che
rispetti la persona, che non dia
ad altri se non a lei stessa il diritto
di decidere del proprio corpo.

Il 9 febbraio 2009 Eluana Englaro moriva. Ci sono voluti 6233 giorni perché il padre potesse liberarla e dirle addio; diciassette anni di vita sospesa fra la vita e la morte, durante i quali Beppino Englaro ha lasciato il suo lavoro e si è immerso nelle carte. Leggi l’intero intervento

Raccolta firme su testamento biologico ed eutanasia Non ci sono commenti

Foto: Marco Gentili

Foto: Marco Gentili

Sabato 25 aprile 2009 dalle ore 10:00 alle ore 13:00 Claudio Giuseppe Scaldaferri, militante radicale e dell’associazione Luca Coscioni di Praia a Mare, terrà aperto un tavolo di raccolta firme sulla petizione al Parlamento Italiano per il testamento biologico e la regolamentazione dell’eutanasia. Il tavolo si terrà a Lauria (Pz) su Largo Plebiscito – Rione superiore (vicino alla scuola elementare Guglielmo Marconi). Per informazioni: praja@katamail.com

La vita del diritto è diritto alla vita. Non ci sono commenti

La Repubblica – Roberto Saviano – 23/01/2009

Roberto Saviano - Foto: Thomas Roche

Roberto Saviano - Foto: Thomas Roche

Beppino Englaro, il papà di Eluana, sta dando forza e senso alle istituzioni italiane e alla possibilità che un cittadino del nostro Paese, nonostante tutto, possa ancora sperare nelle leggi e nella giustizia. Ciò credo debba essere evidente anche per chi non accetta di voler sospendere uno stato vegetativo permanente e ritiene che ogni forma di vita, anche la più inerte, debba essere tutelata. Mi sono chiesto perché Beppino Englaro, come qualcuno del resto gli aveva suggerito, non avesse ritenuto opportuno risolvere tutto “all’italiana”. Molti negli ospedali sussurrano: Leggi l’intero intervento

Eutanasia: laici del PdL, serve più coraggio. Non ci sono commenti

Segnalazione articolo di Alessandro Litta Modignani, pubblicato su l’Opinione del 20/11/2008

Foto: dumplife (Mihai Romanciuc)

Foto: dumplife (Mihai Romanciuc)

Renato Mannheimer ha finalmente presentato il suo sondaggio giovedì scorso a Porta a Porta, quando la mezzanotte era passata da un pezzo. Vespa ha tentato di liquidare sbrigativamente la questione, pilotando con la consueta abilità la discussione altrove. Questi stessi dati sono stati pubblicati ieri dal Corriere della Sera: due mezze colonne di taglio basso, a pagina 23, sotto un titolo ambiguo (“Testamento biologico? Uno su due non sa cos’è”) …(Continua)

Apri la segnalazione – Alessandro Litta Modignani – L’Opinione

Eluana Englaro: accanimentodi Stato. Non ci sono commenti

Beppino Englaro - Foto: Associazione Luca Coscioni

Beppino Englaro - Foto: Associazione Luca Coscioni

Di Alessandro Litta Modignani, pubblicato su l’Opinione del 25 giugno 2008

Si apre stamane a Milano un nuovo capitolo della dolorosa vicenda giudiziaria e umana di Eluana Englaro, la giovane donna di Lecco che giace in “stato vegetativo permanente” da più di 16 anni, a seguito di un incidente stradale. Oggi Peppino Englaro, il mite e determinato padre di Eluana, chiederà per l’ennesima volta a un tribunale della Repubblica di interrompere le inutili e disumane “cure” che da 6.000 giorni tengono artificialmente in vita il corpo inanimato di sua figlia …(Continua)

Apri l’articolo – Fai Notizia – Radio Radicale

Torna ad inizio pagina / Abbonati a questo feed (RSS)