Diario calabrese di cultura e iniziativa politica Radicale

Abolire la miseria » Articoli per l'argomento 'Mafia'

La commissione antimafia licenzia un documento straordinariamente importante. Non ci sono commenti

Lettere dalla Calabria, di Marco Marchese -da Notizie Radicali-

Beppe Pisanu, Presidente della Commissione Antimafia - Foto di: ScorciDemocratici Torino 2010

Beppe Pisanu, Presidente della Commissione Antimafia - Foto di: ScorciDemocratici Torino 2010

Al Presidente della Commissione Parlamentare d’inchiesta sul fenomeno della mafia e sulle altre associazioni criminali, anche straniere, Senatore Beppe Pisanu.

Cortese Presidente Pisanu,

è con soddisfazione che apprendo dell’approvazione quasi all’unanimità (unica astensione quella del Senatore Luigi Compagna) della proposta di Relazione “sulla prima fase dei lavori della Commissione con particolare riguardo al condizionamento delle mafie sull’economia, sulla società e sulle istituzioni del Mezzogiorno”, di cui Lei è stato relatore. Adesso avrà il compito di trasmetterla alle Camere e di renderla nota poiché il percorso di questo lavoro della Commissione antimafia, cominciato con la presentazione della sua proposta di relazione, risale al 17 maggio 2011, ben otto mesi fa e la lotta alle mafie necessità d’impulsi veloci.

Il testo finale sarà certamente presto disponibile ma chi ha seguito i lavori seduta dopo seduta attraverso le registrazioni puntuali di Radio Radicale, gli stenografici, gli emendamenti, conoscono il valore e l’importanza di questo documento che ha il pregio di offrire una visione complessiva del fenomeno mafioso italiano e quindi è consapevole della gravità che la Commissione denuncia a un Paese indaffarato a fronteggiare la crisi economica, le riforme, ma tralasciando, distratto, la lotta alle mafie come questione per soli addetti ai lavori.

Pubblicato su:

Leggi l’intero intervento

L’intervento di Marco Marchese al comitato nazionale di Radicali Italiani Non ci sono commenti

L’intervento di Marco Marchese al comitato nazionale di Radicali Italiani che ha trattato: la nascita dell’Associazione TVRadicale, lo stato del Movimento Radicali Italiani, la lotta alla presenza dell’amianto in Italia e nel mondo, l’inquinamento dell’economia da parte delle mafie e una nota sulla commissione parlamentare antimafia.

Terza puntata di Aboliamo le mafie su Tv Radicale Non ci sono commenti

Tv Radicale ospita Aboliamo le mafie con una rubrica fissa, ecco la terza puntata.

Giudici, di Andrea Camilleri, Giancarlo De Cataldo e Carlo Lucarelli Non ci sono commenti

La copertina del libro Giudici, di Camilleri, De Cataldo e Lucarelli.

La copertina del libro Giudici, di Camilleri, De Cataldo e Lucarelli.

Il risvolto di copertina:

Il giudice Efisio Surra è catapultato da Torino a Montelusa, e con il suo candore e la sua tenacia vince la prima battaglia dell’Italia unita contro la Fratellanza, non ancora «Maffia».
Un giudice ragazzina si trova di colpo ridotta in clandestinità, nel bel mezzo di una guerra senza esclusione di colpi, alla fine degli anni Settanta.
Un procuratore duella da una vita con il molto spregiudicato sindaco di Novere, e da una vita perde: fino a quando non capisce che il duello non era ad armi pari.
Tre grandi scrittori di oggi mettono al centro della loro osservazione la figura, carica di conflitti e tensioni, di chi ha scelto nella vita di amministrare la giustizia, per conto di tutti noi. E si collegano a una tradizione che va da Manzoni a Sciascia, da Dostoevskij a Kafka.

Dal sito internet dell’Editore Einaudi: Leggi l’intero intervento

Prima puntata di Aboliamo le mafie su Tv Radicale Non ci sono commenti

Tv Radicale ospita Aboliamo le mafie con una rubrica fissa, ecco la prima puntata.

Mai chiudere gli occhi Non ci sono commenti

La copertina del libro Mai chiudere gli occhi, di Letizia Maniaci.

La copertina del libro Mai chiudere gli occhi, di Letizia Maniaci.

(Letizia Maniaci, “Mai chiudere gli occhi”, pp.112, Rizzoli, Euro 10,50) – recensione di Giulia Sperini pubblicata su Abruzzo cultura.

Questa è la storia di Letizia e della sua famiglia, é la descrizione di una realtà difficile e complicata (quella della Sicilia) ed é l’affermazione dei valori di verità e di libertà.

Letizia ha ventiquattro anni, vive a Partinico, in provincia di Palermo, è una tele giornalista (nel 2005 ha vinto il premio giornalistico Maria Grazia Cutuli) e con questo libro si racconta.Aveva sedici anni quando il padre, Pino Maniaci, decise di rilevare la tv locale Telejato e da allora la sua vita e quella dei suoi famigliari è cambiata, perché hanno realizzato una televisione i cui occhi scrutano costantemente e in assoluta sincerità, la realtà di quel territorio, allo scopo di cogliere ogni singolo accadimento. Leggi l’intero intervento

Pietro Grasso e Alberto La Volpe – Per non morire di mafia Non ci sono commenti

La copertina del libro Per non morire di mafia

La copertina del libro Per non morire di mafia

Per non morire di Mafia – Pietro Grasso e Alberto La Volpe – Sperling & Kupfer – 2009

Dal risvolto di copertina: la mafia non si arrende mai. È il promemoria quotidiano di un magistrato impegnato da trent’anni contro la criminalità organizzata e convinto che, per contrastarla, sia necessario avere la percezione esatta della sua pericolosità. Le rivelazioni dei pentiti, la celebrazione dei processi, lo smantellamento del vertice di Cosa Nostra non hanno segnato la fine delle cosche. Ai colpi inferti dagli investigatori, l’organizzazione ha ribattuto ogni volta con nuove strategie, Leggi l’intero intervento

Mafia pulita: un ottimo testo per capire. 1 comment

La copertina del libro Mafia pulita

La copertina del libro Mafia pulita

Mafia pulita – Elio Veltri e Antonio Laudati – Longanesi – aprile 2009

Mafia pulita è un ottimo testo per capire il livello di pervasività delle mafie e quanto queste siano pericolose per la democrazia in un paese, l’Italia, che crede di aver acquisito la libertà democratica per sempre, ma che in realtà non ha ancora gli anticorpi forti e necessari per proteggersi.
Il risvolto di copertina: La Mafia Spa è la più grande azienda italiana per fatturato. Oggi non ha più bisogno di uccidere: compra. Il suo patrimonio potrebbe da solo colmare il debito pubblico italiano. È una multinazionale del crimine da mille miliardi di dollari, un grande gruppo finanziario con dirigenti e quadri, un universo in cui si Leggi l’intero intervento

Colletti sporchi. Non ci sono commenti

Libro/inchiesta di Ferruccio Pinotti e Luca Tescaroli – BUR – novembre 2008 – pag. 464

La copertina del libro Colletti sporchi

La copertina del libro Colletti sporchi

L’incipit dell’introduzione di Ferruccio Pinotti:

Questa inchiesta affronta un tema centrale nella qualità e nelle prospettive della vita di ognuno di noi. I reati dei colletti bianchi sono complessi, difficili da definire, eppure particolarmente gravi perché, lentamente e inesorabilmente, distruggono il tessuto dei nostri rapporti sociali, dell’economia, della finanza, del risparmio, del lavoro. Sono i crimini che distruggono la democrazia: l’imprenditore che accetta di avere rapporti con la mafia; il politico che si vende alle esigenze di Cosa Nostra; il dirigente dell’istituto di credito che accetta di riciclare denaro di provenienza illecita. Ma anche il private banker che vende azioni di società a rischio, l’assessore che investe le risorse del proprio comune nei prodotti finanziari derivati, il magistrato che si fa corrompere, il giornalista che fa cattiva informazione finanziaria, il commercialista che falsifica i bilanci, il revisore dei conti che li certifica. Leggi l’intero intervento

Libera, i giovani, la politica e la stampa Non ci sono commenti

Dibattito su educazione alla legalità a Praia a Mare (Cs)

Il logo dell'Associazione Libera

Nell’ambito delle attività che Libera, Associazione nomi e numeri contro le mafie, svolge nell’educare i giovani alla cittadinanza responsabile e alla legalità democratica, si è tenuto presso la sala consiliare del comune di Praia a Mare, con il patrocino del comune stesso e dell’assessorato alla scuola, “Liberi con Libera” incontro con la cittadinanza promosso dalla classe III sezione A della scuola media statale G. Lomonaco di Praia a Mare. Il pericolo della libertà per chi pretende la proprietà esclusiva del futuro, gli interrogativi sui quali il sindaco Carlo Lomonaco e l’assessore alla scuola, sanità e igiene pubblica Francesco Marsiglia hanno salutato i ragazzi: …(continua)

Apri l’articolo – Claudio Giuseppe Scaldaferri – Fai notizia – Radio Radicale

I nemici della Calabria: clientelismo, corruzione e mafia. Non ci sono commenti

La giustizia non vince, al massimo pareggia. Per essere disonesti basta tacere.

Foto: Smeerch

Foto: Smeerch

Leggendo i giornali sicuramente si rimane molto colpiti non solo dalla solita cronaca nera, che purtroppo ci rende consci e ci ricorda di quali nefandezze siamo capaci noi esseri umani, ma anche delle apparenti vittorie, che in realtà sono delle sconfitte ai danni dei cittadini onesti. Ebbene, in Calabria, sono stati aumenti di violazioni riscontrate, contributi indebitamente percepiti ai danni della UE o di altri enti pubblici, violazioni della normativa antimafia, evasioni fiscali, sequestri di rifiuti pericolosi, ecc, ecc. Leggi l’intero intervento

Torna ad inizio pagina / Abbonati a questo feed (RSS)