Diario calabrese di cultura e iniziativa politica Radicale

Abolire la miseria » Articoli per l'argomento 'Ambiente'

Lacrime d’Amianto – incontro pubblico a Melicucco (Rc) Non ci sono commenti

Incontro pubblico sull'amianto a Melicucco (Rc) - I relatori
Incontro pubblico sull’amianto a Melicucco (Rc) – I relatori

Il Gruppo Futura-Gioventù in azione e l’Associazione Calabria Radicale, hanno organizzano Sabato 24 Settembre nell’Aula Consiliare del Palazzo Comunale di Melicucco (Rc) il convegno-dibattito molto seguito dalla stampa:

Lacrime d’Amianto: come la fibra killer lavora nel silenzio dell’informazione e fra i ritardi delle istituzioni

Hanno partecipato all’incontro:
Graziella Macrì, Presidente di Futura-Gioventù in azione
Carmelo Impusino, Segretario di Futura-Gioventù in azione e iscritto a Calabria RadicaleMarco
Fabio Piccolo, Vice Presidente di Futura-Gioventù in azione
Giuseppe Rao, ambientalista
Marchese, Dirigente di Calabria Radicale e componente del Comitato Nazionale di Radicali Italiani
Molti gli iterventi del pubblico

L’incontro sarà trasmesso da Tv-Radicale

Stampa e blog:

L’Associazione Calabria Radicale sabato 24 settembre 2011 presso la sala consiliare del Municipio di Melicucco ha tenuto un incontro pubblico per parlare dei rischi connessi all’amianto. Marco Marchese, del Comitato Nazionale di Radicali Italiani, ha presentato una relazione sull’amianto seguita da una panoramica sulla situazione nel Comune di Melicucco e le possibili soluzioni a questo problema. All’incontro è intervenuta Graziella Macrì, Presidente dell’Associazione Futura-Gioventù in azione; Carmelo Impusino Segretario dell’Associazione Futura-Gioventù in azione e membro di Calabria Radicale che ha presentato alcuni aspetti giuridici sul diritto alla salute in relazione alla salubrità dell’ambiente e l’ambientalista Giuseppe Rao che ha esposto una parte tecnica centrata sullo smaltimento dell’amianto.

Melicucco, come tutti i Comuni della Calabria, non sono indenni dalla presenza di questo minerale pericoloso perché cancerogeno e usato in passato soprattutto per le coperture degli edifici (con lastre o tegole in eternit), ma anche da una serie di manufatti come le vecchie tubature dell’acqua in cemento-amianto o i cassoni dell’acqua fabbricati con lo stesso materiale e le canne fumarie di alcuni edifici. Da molti mesi Calabria Radicale è impegnata con varie iniziative nell’opera d’informazione che su quest’argomento è carente, nonostante il tema dell’esposizione alle polveri d’amianto sia un problema di salute pubblica molto serio poiché dannoso per la salute.

La Basilicata avvelenata dalla malapolitica. Non ci sono commenti

La discarica com'era sull'arenile di Nocera Terinese, prima della bonifica
La discarica com’era sull’arenile di Nocera Terinese, prima della bonifica

Dopo la presentazione e la pubblicazione del “Dossier sui veleni industriali e politici della Basilicata” (apri questo collegamento per accedere all’audiovideo), domani, a Potenza, si terrà un importante convegno (apri questo collegamento per i dettagli dell’evento). Ho voluto salutare il lavoro di Maurizio Bolognetti con un breve messaggio, dopo aver studiato il dossier da lui confezionato e che può essere scaricato e visionato da quest’altro collegamento: Caro Maurizio, ho appena terminato di studiare il dossier sui veleni industriali e politici della Basilicata: complimenti! Per il lavoro e la dedizione, la tenacia e la sopportazione. E’ un lavoro davvero importante e significativo; la parte che ho apprezzato di più è l’ultima, quella propositiva, che è anche la parte più difficille e interessante. Di “Bolognetti” ne servirebbero tanti, in tutte le regioni, nel frattempo penso sia giusto apprendere da te e seguire il metodo che stai usando per affrontare la questione ambientale in Basilicata, che è poi la questione ambientale di tante altre regioni e dell’Italia intera. A domani a Potenza.

Finalmente possiamo plaudire ad atti di buona amministrazione. Non ci sono commenti

Uno scorcio di mare di Nocera Terinese
Uno scorcio di mare di Nocera Terinese

A fine giugno denunciammo lo scempio sull’arenile di Nocera Terinese poiché proprio sulla spiaggia era comparsa una discarica abusiva di rifiuti d’ogni genere; non senza difficoltà abbiamo incontrato la disponibilità dell’amministrazione comunale e questa è stata bonificata. La difficoltà è stata e resta il modo sempre complicato con cui la pubblica amministrazione opera, sicché, a pochi metri da questo luogo nelle sterpaglie abbiamo trovato un’altra discarica di rifiuti ingombranti e ferraglie varie abbandonate da quel senso civico che troppo spesso manca in quei (per fortuna pochi) cittadini scorretti e irrispettosi dell’ambiente e delle persone (tutto documentato sul nostro sito internet con foto e video www.calabriaradicale.it). Ora abbiamo conosciuto Franco Pontieri, Presidente del Consiglio Comunale di Nocera Terinese, e ci ha fatto davvero piacere, appena dopo una nostra sollecitazione, sapere che ha organizzato una giornata ecologica che si terrà sulle spiagge di Nocera Terinese lunedì 16 agosto 2010 dalle 16:30. Merita un ringraziamento soprattutto l’Assessore all’ambiente Saverio Russo e il Sindaco Luigi Ferlaino poiché non è consuetudine che un’amministrazione in prima persona organizza la pulizia delle spiagge con gli amministratori in prima fila a maniche rimboccate; la nostra associazione, Calabria Radicale, è stata invitata a partecipare e oltre a plaudire a questi atti di buona amministrazione annuncia che la dirigenza e un nutrito gruppo d’iscritti lunedì saranno sulla spiaggia con guanti e sacchetti per la pulizia straordinaria dell’arenile e la raccolta dei rifiuti ingombranti che finiranno in discarica a cura di una ditta incaricata dall’amministrazione.

La discarica abusiva sull’arenile di Nocera Terinese; caro Sindaco: PROPRIO NON CI SIAMO! Non ci sono commenti

Clicca per aprire il video

Clicca per aprire il video

Egregio Sindaco Ferlaino,

quasi un mese fa, con lettera raccomandata, le abbiamo segnalato la presenza di una discarica abusiva sull’arenile del nostro Comune all’altezza dell’Hotel Mondial. Le abbiamo anche rivolto diverse domande, anche sul canale di scolo che insiste fino alla battigia con una notevole quantità d’acqua stagnante d’ignota provenienza e che origina l’infestazione di zanzare che grava nella zona. Leggi l’intero intervento

Lacrime d’amianto. Non ci sono commenti

Marco Marchese e Salvatore Moscato

Marco Marchese e Salvatore Moscato

Calabria Radicale

Assemblea straordinaria

19 e 20 giugno 2010

Hotel Eurolido – Falerna (Cz)

LACRIME D’AMIANTO.

La fibra killer si nasconde ovunque per la lentezza delle istituzioni e i ritardi delle bonifiche, mentre gli effetti per la salute umana sono sempre più drammatici.

A cura di Salvatore Moscato e Marco Marchese

Introduzione

Una delle iniziative che l’associazione “CALABRIA RADICALE” desidera portare avanti con particolare attenzione e affrontare in modo concreto, è quella inerente alla problematica dell’AMIANTO in CALABRIA ovvero in primis far sapere e far conoscere a quante più persone possibili le conseguenze, anche drammatiche, nello stare a contatto con materiali contenenti amianto e poi cercare di dialogare con gli enti locali al fine di accelerare nell’attuazione degli strumenti di censimento dei siti in cui vi è la presenza di amianto e quindi il loro monitoraggio e la successiva programmazione per la messa in sicurezza. Leggi l’intero intervento

La discarica sulla spiaggia di Nocera Terinese Non ci sono commenti

Lamiere coibentate, questo materiale disperso sarà pericoloso? Clicca sull'immagine per ingrandire

Lamiere coibentate, questo materiale disperso sarà pericoloso? Clicca sull'immagine per ingrandire

Sulla discarica abusiva sull’arenile di Nocera Terinese (Cz), ci hanno riferito che stamattina è stato fatto un sopraluogo da parte dei Carabinieri. La stampa ha dato una discreta evidenza alla nostra denuncia e alla lettera che abbiamo indirizzato al Sindaco; ringraziamo tutti gli organi d’informazione che stanno dando evidenza alla vicenda.

Lettera al Sindaco di Nocera Terinese circa la discarica sulla spiaggia Non ci sono commenti

Uno dei due comuli della discarica abusiva sull'arenile di Nocera Terinese (Cz) - clicca sulla foto per ingrandirla.

Uno dei due comuli della discarica abusiva sull'arenile di Nocera Terinese (Cz) - clicca sulla foto per ingrandirla.

Oggetto: discarica abusiva arenile sud, altezza Hotel Mondial.

Cortese Sindaco Ferlaino,

desidero esprimere la mia viva preoccupazione per l’incresciosa presenza di una discarica abusiva di rifiuti d’ogni genere formatasi sull’arenile del nostro Comune, lato sud, all’altezza dell’Hotel Mondial. Due settimane fa una pala meccanica per due giorni ha svolto un’attività di raccolta di materiale dalla spiaggia, tale materiale composto dai più svariati rifiuti: elettrodomestici, lamiere, lamiere coibentate, tronchi d’albero, pneumatici, ecc., sono stati poi depositati nell’ampio spazio fra la strada statale 18 e la spiaggia facente parte dell’arenile costiero di questa zona. Leggi l’intero intervento

Discarica abusiva sulla spiaggia di Nocera Terinese (Cz) Non ci sono commenti

Discarica abusiva sulla spiaggioa di Nocera Terinese

Discarica abusiva sulla spiaggia di Nocera Terinese

POVERI NOI !!! Non ci sono commenti

Nocera Terinese (Cz), qui dove abbiamo sede dell’associazione, è un paese tirrenico splendido quando non lo si deturpa con discariche abusive. Una, poche settimane fa, è stata sequestrata dalla magistratura, sulla statale 18. Da dieci giorni, invece, dalle nostre finestre non c’è più il mare come panorama, ma l’immondizia.

GUARDATE BENE QUESTE FOTO

Cliccare sulle foto per ingrandirle

Nocera Terinese - panorama in montagna
A Nocera Terinese, in montagna, si gode di questo splendido panorama
Nocera Terinese - il mare scintillante
Mare splendido e scintillante sotto il sole

Ma poi…

Discarica abusiva vicino l'arenile
Appare una discarica abusiva !!!

Questa è una discarica abusiva, forse temporanea, anzi, ci auguriamo temporanea, ma abusiva. Una decina di giorni fa una ruspa guidata da un solerte e preciso manovratore, ha fatto avanti e indietro sulla spiaggia di Nocera Terinese per due giorni (chi l’ha mandato?) con l’intento, evidente, di ripulire le spiagge. A giudicare dalla denuncia del locale circolo del Pd pare che l’operazione non sia neanche riuscita molto bene poiché sul quotidiano Calabriaora del 28 giugno 2010 un articolo racconta la denuncia del locale circolo del Partito Democratico circa lo stato d’abbandono in cui versa il litorale, che, dopo le mareggiate dello scorso inverno, con il mare che ha restituito di tutto quanto vi sia stato riversato, necessita di un’energica azione di pulizia. La discarica documentata dalle fotografie che seguono nasce dall’antica pratica di chi non sa fare buona pulizia perché l’immondizia la nasconde sotto il tappeto; infatti, tutta la spazzatura (pneumatici, bidoni, materiale ferroso e plastico, coperture coibentate, tronchi di legno e sabbia mista a scarti minuti di ogni genere) è finita a poca distanza dall’arenile, giusto che non si trovi fra i piedi di chi passeggia sul lungomare. Chi ha mandato la pala meccanica a fare pulizia sulla spiaggia? Quando saranno smaltiti i cumuli di spazzatura? Quel materiale di coibentazione sarà tossico? Quando ci restituiranno la vista mare di cui godevamo dalla sede dell’associazione Calabria Radicale fino a dieci giorni fa?

Cumulo di spazzatura vicino la spiaggia
Cumulo di spazzatura vicino la spiaggia, si vede chiaramente anche uno scaldabagno.
Sabbia e spazzatura raccolta dalla spiaggia con una pala  meccanica
Sabbia e spazzatura raccolta dalla spiaggia con una pala meccanica
Lamiere contorte di coperture coibentate vicino lo stabilimento  balneare
Lamiere contorte di coperture coibentate vicino lo stabilimento balneare
Lo scaldabagno sul cumulo di sabbia e spazzatura
Lo scaldabagno sul cumulo di sabbia e spazzatura
La discarica abusiva è a metà strada fra l'abitato e la spiaggia,  all'altezza dell'Hotel Mondial.
La discarica abusiva è a metà strada fra l’abitato e la spiaggia, all’altezza dell’Hotel Mondial.
Uno pneumatico
Uno pneumatico – che schifo!
Ferraglia e spazzatura d'ogni tipo
Ferraglia e spazzatura d’ogni tipo
Lamiere coibentate, questo materiale disperso sarà pericoloso?
Lamiere coibentate, questo materiale disperso sarà pericoloso?

GUARDA TUTTE LE FOTO DA QUESTO COLLEGAMENTO

Nocera Terinese è dove vivo adesso Non ci sono commenti

La campagna fiorita di Nocera Terinese (Cz)

La campagna fiorita di Nocera Terinese (Cz)

Da agosto 2009 vivo a Nocera Terinese e pian piano sto scoprendo questo paese in provincia di Catanzaro che offre mare, colline e montagne, tutto a portata di mano. Da questo collegamento una serie fotografica dedicata a chi desidera apprezzare l’ambiente e il panorama.

Spostare le tasse dalle persone alle cose Non ci sono commenti

Panorama della Sila

Panorama della Sila

Intervento dell’On. Elisabetta Zamparutti (Radicali-Pd) e Marco Cappato (Segretario dell’Associazione Luca Coscioni) pubblicato su Il Foglio del 01/05/2010

A 16 anni di distanza dal tremontiano “spostare le tasse dalle persone alle cose”, è necessario non solo passare dalle parole ai fatti, ma anche prendere in considerazione l’immenso patrimonio delle risorse naturali finora fiscalmente trascurato. Spostare le tasse “dal lavoro all’ambiente”, dunque: questa è l’urgenza per una rivoluzione fiscale che non si ponga soltanto l’obiettivo di una maggiore equità nei confronti dei lavoratori e di efficienza nella riscossione, ma anche di migliorare la qualità della vita rafforzando il libero mercato. Leggi l’intero intervento

Le navi dei veleni Non ci sono commenti

Le navi dei veleni – Massimo Clauysi e Roberto Grandinetti – Rubettino – ottobre 2009

La copertina del libro Le navi dei veleni

La copertina del libro Le navi dei veleni

È il 2004 quando un pentito della ‘ndrangheta consegna alla direzione nazionale antimafia un voluminoso dossier scritto di suo pugno, dove parla di traffici legati allo smaltimento di rifiuti tossici e radioattivi in cui è implicata la ‘ndrangheta e i servizi segreti deviati. Il pentito apre scenari da spy story in un intreccio complicatissimo fra malavita, misteriosi uomini d’affari, servizi segreti deviati, compiacenze di Stato. Un intreccio che porta alle morti della giornalista del Tg3, Ilaria Alpi, e a quella sospetta del capitano di corvetta, Natale De Grazia. Nessuno crede fino in fondo a questi racconti a eccezione delle associazioni ambientaliste. Leggi l’intero intervento

Ambiente: Zamparutti (Radicali / Pd), maggiori risorse per il governo del territorio e grande dibattito nazionale. Non ci sono commenti

Foto: attanasio.finiguerra

Foto: attanasio.finiguerra

Roma, 29 gennaio 2009 Elisabetta Zamparutti, deputata radicale eletta nelle liste del PD e membro della Commissione Ambiente, ha presentato con i colleghi della delegazione radicale un’interrogazione sul dissesto idrogeologico causato dal maltempo in meridione e ha in proposito dichiarato: “Il dissesto idrogeologico è frutto di quello ideologico che è proprio di una classe politica e dirigente nei decenni rivelatasi incapace di governare il territorio. I gravi fatti che stanno devastando il sud d’Italia, dove semplici piogge causano la morte di persone, devono portare il Governo Leggi l’intero intervento

Ambiente energia, territorio, …e legalità! Non ci sono commenti

Bene la nomina di Salvatore Boemi come commissario per stazione unica appaltante in Calabria.

Canale inquinato

Canale inquinato - Foto di: Roby Ferrari

Contributo precongressuale di riflessione per la commissione Ambiente e Energia del VII congresso di Radicali Italiani – di Giuseppe Candido

Care compagne e compagni Radicali Italiani,

mi permetto di inviare questo mio modesto contributo alla commissione ambiente per dire soltanto poche parole sul tema che ritengo essere molto importante: “ambiente, energia ed uso del territorio” e a cui mi riservo di contribuire nella commissione del Congresso dedicata a questo tema. Un contributo preliminare perché credo che a questo tema sia strettamente legato anche quello di modello di sviluppo energetico nazionale ecocompatibile che potrebbe – se intrapreso – rappresentare un motore per la ripresa economica del Paese …(Continua)

Apri l’articolo – Giuseppe Candido – Fai Notizia – Radio Radicale

Caso Crotone: PASSEGGIANDO SUI RIFIUTI Non ci sono commenti

Crotone, Piazza Ghandi

Crotone, Piazza Ghandi - Foto: n3zwork

La vicenda è nota. Nel crotonese 70 mila mc. di materiale altamente tossico e radioattivo, pari a 350 mila tonnellate, miscelato con polveri provenienti dall’Ilva di Taranto e impastato col cemento, sono stati impiegati, come materiale edilizio, per la realizzazione dei cortili di tre scuole, di alloggi popolari, villette, centri commerciali, strade e perfino di una banchina portuale. Le indagini, avviate nove anni fa, hanno portato all’iscrizione nel registro degli indagati, con l’accusa di associazione a delinquere, di sette persone: il legale rappresentante pro tempore della Pertusola Sud, quelli di tre imprese edilizie (due di Crotone e una di Parma), tre funzionari dell’ex Presidio multizonale di prevenzione dell’ex Azienda sanitaria di Catanzaro …(continua)

Apri l’articolo – Giovanna Canigiula – Fai Notizia – Radio Radicale

Torna ad inizio pagina / Abbonati a questo feed (RSS)