Un progetto per sostenere i ciechi del Mali

Il logo dell'iniziativa per i ciechi del Mali promossa dalla Blindsight project onlus

Il logo dell'iniziativa per i ciechi del Mali promossa dalla Blindsight project onlus

NASCE “FLEURS DU MALI”, la missione umanitaria in Mali di BLINDSIGHT PROJECT, onlus no profit per disabili sensoriali, lancia una missione umanitaria a favore dei giovani ciechi del Mali: “FLEURS DU MALI” è il nome della missione che Blindsight Project ha voluto far nascere per uno dei Paesi più poveri al mondo, ma anche quello con il più alto tasso di cecità, una missione umanitaria in Mali  in cui Blindsight Project intende portare ausili, formazione e cultura alle persone con disabilità visive.
FLEURS DU MALI” nasce soprattutto per favorire la trasformazione e lo sviluppo dell’attuale Institut Régional des Jeunes Aveugles (Istituto regionale per giovani ciechi) di Gao ( Mali) in un centro di formazione e riabilitazione per i ciechi ed ipovedenti del territorio.FLEURS DU MALI” è anche un punto di riferimento per i docenti curricolari delle scuole della provincia in cui sono inseriti alcuni allievi con difficoltà visive. I responsabili di questo importante nuovo settore della Blindsight Project sono l’Ing. Informatico Michelangelo Rodriguez e la Consulente di Autonomia Personale ed Interprete Dott.ssa Ada Nardin.

Ciò che ha spinto Blindsight Project  a lanciare questa importante missione umanitaria, è anche dettato dall’esperienza personale: “Sappiamo bene quanto siano fondamentali l’informatica e le nuove tecnologie per noi disabili sensoriali, soprattutto per noi ciechi che leggiamo, scriviamo e navighiamo soprattutto con computer e sintesi vocale . Un vecchio computer quindi potrebbe ancora, dopo le dovute modifiche che noi apporteremo,  collegare una persona cieca alla realtà, all’autonomia, alla cultura che noi sosterremo anche con corsi di formazione ai docenti. Ma a riciclare un computer non ci si pensa mai, per questo, oltreché per la salvaguardia dell’ambiente,  abbiamo pensato di riciclare oggetti di informatica e di telefonia usati portandoli in Mali a Gao, affinché “Fleurs du Mali” possa raggiungere l’obiettivo per cui ci siamo impegnati noi di Blindsight Project, che confidiamo anche sul sostegno di chi condivide questo importante gesto di solidarietà. (Laura Raffaeli – presidente)”.  Ogni informazione, contatti e tutte le modalità per sostenere “FLEURS DU MALI” sono qui: http://blindsight.eu/fleursdumali.htm (Blindsight Project – Ufficio Stampa ) http://blindsight.eu

Questa voce è stata pubblicata in Comunicati, Segnalazioni e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento