Diario calabrese di cultura e iniziativa politica Radicale

Abolire la miseria » L'archivio del mese di 'apr, 2011'

Contributi silenti: volantinaggio e conferenza stampa a Cosenza. Non ci sono commenti

Sabato 30 Aprile dalle ore 10 alle ore 12:30 l’Associazione Calabria Radicale monterà un presidio a Piazza Loreto, a Cosenza, davanti alla sede provinciale dell’INPS con lo slogan: “Contributi Silenti e pensioni, ridatemi i miei soldi!” in vista della giornata nazionale prevista per Mercoledì 20 Maggio.
Alle ore 11:00 sempre a Piazza Loreto presso il gazebo, nel corso del volantinaggio, è convocata una conferenza stampa per fare informazione sul gravissimo problema dei contributi silenti; la grande truffa del sistema previdenziale italiano, che coinvolge i lavoratori parasubordinati, i precari o chi esercita professioni non regolate da ordini professionali e che versano i contributi alla gestione separata dell’Inps. Saranno presenti Saverio De Morelli, Segretario di Calabria Radicale e Marco Marchese del Comitato nazionale di Radicali italiani.

Rischio amianto per gli scuolabus del Comune di Fiumefreddo Bruzio Non ci sono commenti

Il fabbricato con la copertura in eternit che fa da ricovero ai pulmini della scuola a Fiumfreddo Bruzio (Cs)

Il fabbricato con la copertura in eternit che fa da ricovero ai pulmini della scuola a Fiumfreddo Bruzio (Cs)

Il 6 marzo scorso a Fiumefreddo Bruzio Calabria Radicale ha tenuto un incontro pubblico sull’amianto (qui trovi le foto e il video); come da consuetudine per trattare l’argomento e valutare la presenza di manufatti contenenti amianto sul territorio e personalizzare l’incontro abbiamo fatto un breve giro sul territorio e abbiamo subito notato la copertura in eternit in degrado che ricopre il fabbricato che fa da ricovero allo scuolabus. Nel corso dell’incontro abbiamo sollevato il caso, ma a distanza di oltre un mese non è stato preso alcun provvedimento e quindi abbiamo scritto al Sindaco una lettera che qui pubblichiamo, con la speranza che presto possa essere eliminato il rischio di contaminazione di fibre d’amianto dei pulmini della scuola che trovano ricovero in questo fabbricato.

Gentilissimo Sindaco Aloise,

Il 6 marzo 2011 presso la Sala Consiliare del Comune, con l’occasione la ringraziamo per la concessione, si è tenuto l’incontro pubblico organizzato dalla nostra associazione dal titolo “Lacrime d’Amianto”. Questa iniziativa rientra in un ciclo di conferenze che portiamo ovunque, per fare informazione e prevenzione sui rischi per la salute in caso di esposizione alle fibre d’amianto. Leggi l’intero intervento

Terra venduta Non ci sono commenti

La copertina del libro Terra venduta di Claudio Cordova - Laruffa Editore - 2010

La copertina del libro Terra venduta di Claudio Cordova - Laruffa Editore - 2010

«Ho poggiato i piedi sul torrente Oliva, in provincia di Cosenza, dove sono stati rilevati tassi di radioattività fuori dalla norma. Ho gettato lo sguardo a Crotone per vedere l’area della Pertusola Sud, i cui veleni hanno ammorbato gli operai, negli anni di attività, e i bambini, che andavano a scuola in edifici costruiti sulle scorie, dopo la dismissione. Ho prestato le orecchie a Melito Porto Salvo, in provincia di Reggio Calabria, per ascoltare paure, sospetti e segreti della popolazione, alle prese col dubbio, inquietante, di avere mare e terra contaminati. Sono stato a Cosoleto e nella Piana di Gioia Tauro, dove la gente si ammala e muore. Ho studiato i dati ufficiali delle incidenze di tumori, leucemie e linfomi. E poi ho raccontato i traffici della Centrale Enel, in Puglia, fino alla zona di Capo d’Armi, sulla costa ionica reggina, che sono alcentro dell’inchiesta “Leucopetra”. Ho visitato i luoghi che sarebbero il teatro dei presunti traffici di rifiuti radioattivi e tossici: ho vissuto tutto in prima persona. Racconto quello che ho visto, ascoltato e appreso».

Dopo le infami dichiarazioni di Donna Assunta Almirante desideriamo sapere se smentisce o conferma Non ci sono commenti

Froci al muro, scritta omofoba su una vetrina. Foto: Cau Napoli.

Froci al muro, scritta omofoba su una vetrina. Foto: Cau Napoli.

Donna Assunta Almirante ha smentito, adesso ne chiederemo conto al sito razzista e omofobo pontifex.roma.

Guarda il video della manifestazione

Guarda le foto della manifestazione

Calabria Radicale
Certi Diritti Calabria
Eos Arcigay Cosenza
Equality Italia

I due mari Arcigay Reggio Calabria
Movimento Omocrazia

La invitano a partecipare alla conferenza stampa che si terrà davanti al cinema Modernissimo di Cosenza, Corso Mazzini n. 48 – lunedì 18 aprile 2011 alle ore 17:30 (la conferenza stampa si terrà davanti al cinema, all’aperto, anche in caso di pioggia).

La conferenza è convocata per rendere note le nostre richieste alla Signora Assunta Almirante circa le sue recenti dichiarazioni razziste e omofobe.

Seguirà alla conferenza stampa un pacifico sit in nel corso della manifestazione che si terrà presso il cinema Modernissimo convocata dal partito La Destra e che avrà come ospite d’onore, appunto, Donna Assunta Almirante.

Donna Assunta Almirante da tempo è solita rilasciare interviste su un sito dalla linea editoriale molto discutibile, si tratta del “Blog cattolico non secolarizzato” (così si legge nella testata) accessibile all’indirizzo internet www.pontifex.roma.it e il primo marzo scorso pensiamo si sia oltrepassato davvero il segno e la Signora Almirante, intervistata dal direttore del sito Bruno Volpe, ha rilasciato questa dichiarazione:

“La famiglia gay é una cosa senza senso, contro natura e anormale. Persino gli animali rispettano certe regole e loro no, sono dei malati, delle persone oggettivamente diverse e con delle patologie e dei vizi gravi e non é pensabile ammettere una cosa del genere”.

Lunedì chiederemo conto di queste affermazioni con la speranza che queste possano essere smentite.

Mozione particolare sull’amianto presentata al Comitato nazionale di Radicali italiani Non ci sono commenti

Una discarica di eternit amianto - Foto: Davide Lanzillotta

Una discarica di eternit amianto - Foto: Davide Lanzillotta

Nel corso dei lavori del Comitato nazionale di Radicali italiani che si è tenuto a Milano dall’8 al 10 aprile 2011 è stata presentata una mozione particolare sull’amianto a prima firma Marco Marchese e Riccardo Cristiano, che fanno parte del Comitato e sono dirigenti di Calabria Radicale. Ecco il testo:

Radicali Italiani

Riunione del Comitato nazionale – Milano 8/10 aprile 2011

MOZIONE PARTICOLARE sull’AMIANTO

Il comitato nazionale di Radicali Italiani riunito a Milano dall’8 al 10 aprile 2011 ritiene che a quasi vent’anni dalla messa al bando dell’amianto in Italia vi sia la necessità di accelerare tutti i processi per la bonifica e lo smaltimento dei prodotti che lo contengono, i quali, al ritmo attuale, come si legge nel 3° rapporto sull’amianto pubblicato nel 2010 dal Re.Na.M. (Registro Nazionale Mesoteliomi), “Al ritmo attuale l’ultimo manufatto verrebbe rimosso fra 150 anni”. Leggi l’intero intervento

Radio Radicale Intervista Marco Marchese sul ritardo dell’ufficio di presidenza del Consiglio regionale della Calabria Non ci sono commenti

L’ufficio di presidenza del Consiglio regionale della Calabria deve decidere sull’ammissibilità del referendum abrogativo sui doppi incarichi dei Consiglieri regionali. Doveva farlo entro 5 giorni dalla presentazione, ne sono trascorsi ben 23 e ancora non ci giungono notizie. Marco Marchese, dirigente di Calabria Radicale, scrive al Presidente del Consiglio regionale Francesco Talarico.

L’ufficio di presidenza del Consiglio regionale della Regione Calabria sta facendo melina? Non ci sono commenti

Sul deposito del quesito referendario per abrogare la possibilità dei doppi incarichi dei consiglieri regionali registriamo un grave ritardo dell’ufficio di presidenza del Consiglio regionale; di seguito la lettera che gli abbiamo indirizzato oggi:

Il logo della Regione Calabria

Il logo della Regione Calabria

Oggetto: deposito quesito referendario abrogativo del 18 marzo 2011.

Preg.mo On. Presidente Talarico,

il 18 marzo u.s. il sottoscritto Marco Marchese in rappresentanza di Calabria Radicale, l’Avv. Gianpaolo Catanzariti in rappresentanza del Partito Socialisti Uniti, il Sig. Luca Violi in rappresentanza del Partito Fiamma Tricolore e il Sig. Paolo Ferrara in rappresentanza del Partito Repubblicano, hanno presentato presso gli uffici di Presidenza a norma della Legge Regionale 13/1983 una richiesta di deposito di quesito referendario abrogativo per l’abolizione dell’art. 46 della Legge Regionale n. 34/2010 che da la possibilità ai Consiglieri Regionali di esercitare un doppio incarico in una giunta di Provincia o di Comune. Il costituente comitato referendario è molto più ampio ed è inoltre costituito dagli altri seguenti Partiti / Movimenti / Associazioni: Io Resto in Calabria, La Destra Storace, Liberal Democratici Calabria, Movimento Diritti Civili, Movimento Progetto Calabria, Noi Sud, Nuova Era, Partito Socialista, Ponte Morandi, Progetto città, Socialisti Uniti PSI.

A distanza di ben venti giorni non ci risulta che il Suo Spett. le Ufficio di Presidenza si sia determinato in ordine all’ammissibilità del quesito che a norma del comma 3 dell’art. 19 della Legge regionale 13/1983 che così recita: “L’Ufficio di Presidenza, entro 5 giorni dalla presentazione dell’istanza, deve pronunciarsi circa l’ammissibilità della stessa accertando che l’oggetto del referendum non sia escluso dall’art 17” avrebbe dovuto fare già due settimane fa. Né il Bollettino ufficiale della Regione Calabria, ci risulta, abbia pubblicato la notizia della presentazione del quesito referendario (comma 3 art. 18 Legge regionale 13/1983: “Il primo numero del Bollettino Ufficiale della Regione che viene pubblicato dopo la presentazione della proposta di referendum, ne dà notizia”).

Purtroppo dal 1° aprile in poi, ogni giorno di ritardo accorcia il tempo massimo che la stessa Legge concede per la raccolta delle firme (6 mesi con il termine massimo del 30 di settembre) e quindi potrà comprendere la nostra viva preoccupazione.

Mi è nota la sua posizione politica in merito alla norma che il comitato promotore del referendum vorrebbe fosse abrogata, ma neanche per un istante penso che questo possa minimamente influire sul Suo ruolo istituzionale e funzionale in seno alla Presidenza della massima Assise calabrese. E’ per queste ragioni che le richiedo di esprimersi, con la massima urgenza, circa la nostra richiesta; confidando nella Sua cortese collaborazione.

Per fare la manutenzione allo svincolo A3 di Falerna cosa si sta aspettando? Che accadano degli incidenti? Non ci sono commenti

Lo svincolo di Falerna il 5 aprile 2011 completamente privo di segnaletica orizzontale e le rampe con il manto stradale degradato

Lo svincolo di Falerna il 5 aprile 2011 completamente privo di segnaletica orizzontale e le rampe con il manto stradale degradato

E’ una situazione che si ripete negli anni ed è vergognoso. Lo svincolo A3 di Falerna si può commentare solo con la parola INCURIA! Domani mattina partiranno le raccomandate per denunciare e chiedere che venga fatta la necessaria manutemzione a questo svincolo; ecco il testo delle lettere in partenza indirizzate al Sindaco, alla Polizia Municipale e ai Carabinieri di Falerna, all’Anas di Catanzaro e alla Procura della Repubblica di Lamezia Terme:

Guarda le foto dello svincolo ingrandite: clicca qui.

Oggetto: segnalazione condizioni svincolo autostradale A3 di Falerna.

Il sottoscritto Marco Marchese, nato a Scherzingen (Svizzera) il 30/10/1970, residente in Nocera Terinese in Via ss18 n. 19, dirigente dell’Associazione Calabria Radicale, domiciliata presso il medesimo indirizzo di Nocera Terinese, per Vostra opportuna conoscenza e rispettive competenze v’informa che lo svincolo autostradale A3 di Falerna da molti mesi è completamente privo di segnaletica orizzontale, così come documentato dalle fotografie allegate, scattate in data 5 aprile 2011. Ci risulta che l’ultimo rifacimento della segnaletica orizzontale dello svincolo risale a circa 11 mesi fa, ma essendo uno snodo stradale particolarmente trafficato e di particolare importanza per il comprensorio, da circa 4 mesi le strisce della segnaletica orizzontale sono completamente cancellate, così come sulle rampe di entrata e uscita dall’autostrada A3-Salerno Reggio Calabria; più segnatamente alle rampe d’accesso e uscita dell’A3 si segnala anche il problema dell’estremo degrado della pavimentazione stradale e l’insufficienza delle barriere che delimitano la carreggiata. E’ sconvolgente come in tutto questo tempo nessuno abbia segnalato questi problemi o almeno non vi sia stato posto rimedio poiché il pericolo per l’incolumità degli automobilisti è gravissimo e costante; è sconvolgente come tale situazione faccia emergere un problema annoso poiché anche in passato le medesime problematiche si sono manifestate fino al punto di poter parlare di vera e propria incuria per questo snodo stradale di fondamentale importanza per il circondario.

Per quanto di Vostra competenza chiedo:

1.      Entro quanto tempo la segnaletica orizzontale dello svincolo di Falerna e delle rispettive rampe d’accesso dall’autostrada, potrà essere rifatta?

2.      Entro quanto tempo potrà essere rifatta la pavimentazione stradale delle rampe d’accesso e di uscita per l’A3 e l’adeguamento delle barriere della carreggiata?

3.      Quali interventi di vigilanza potranno essere intrapresi in futuro per evitare che tali incresciose e pericolose situazioni si ripetano?

4.      Possono essere ravvisati ipotesi di reato circa la vigilanza e l’esecuzione della manutenzione di uno snodo stradale così importante?

In allegato n. 2 (due) fotografie scattate il 05/04/2011

In attesa di Vostri rispettivi riscontri, vogliate accettare i miei migliori saluti.

Discarica abusiva a Nocera Terinese Non ci sono commenti

Un'immagine della discarica abusiva lungo la statale 18 a Nocera Terinese (Cz)

Un'immagine della discarica abusiva lungo la statale 18 a Nocera Terinese (Cz)

Questa discarica abusiva esiste da molti mesi e nessuno se ne sta preoccupando adeguatamente, quello che segue è una lettera che martedì sarà indirizzata al Sindaco, ai Carabinieri e alla Polizia Municipale di Nocera Terinese, nonché all’Anas e alla Procura della Repubblica di Lamezia Terme. Attendiamo fiducioni risposte.

Guarda tutte le foto: clicca qui.

Oggetto: segnalazione condizioni discarica abusiva a Nocera Terinese.

Il sottoscritto Marco Marchese, nato a Scherzingen (Svizzera) residente in Nocera Terinese in Via ss18 n. 19, dirigente dell’Associazione Calabria Radicale, domiciliata presso il medesimo indirizzo di Nocera Terinese, per Vostra opportuna conoscenza e rispettive competenze v’informa che a poca distanza dalla sede dell’Associazione, sulla Strada Statale n. 18 all’altezza del chilometro 358+100 lato monte, attraverso un varco della barriera metallica della sede stradale si accede a un’area incolta che, come documentato dall’allegato materiale fotografico, è diventata una discarica abusiva di materiali vari, che con il tempo ne ha raccolto un volume considerevole poiché in diversi orari della giornata e nottetempo, abusivamente, vi si recano furgoni e camion che scaricano detto materiale.

Preciso che quest’area tempo fa, immagino per la medesima ragione, è stata posta sotto sequestro, ma già poco tempo dopo i sigilli sono stati rimossi; ignoro se abusivamente o perché l’area sia stata dissequestrata.

Per quanto di Vostra competenza chiedo:

1.      L’area segnalata in questo momento è, oppure non è, posta sotto sequestro? Se sì, è possibile rinnovare i sigilli?

2.      Quali interventi di vigilanza potranno essere intrapresi per ostacolare nuovi scarichi abusivi di rifiuti nell’area segnalata?

3.      E’ possibile chiudere il varco nella barriera metallica che permette l’accesso all’area segnalata oppure porre un ostacolo (tipo un blocco di cemento) per impedire a furgoni e camion di accedervi liberamente come sta avvenendo adesso?

4.      Quando sarà bonificata l’area segnalata dal materiale che vi è stato accumulato e permettere che essa sia restituita allo stato dei luoghi originari cioè pulita e senza i rischi sanitari che gli scarichi abusivi possono causare?

In allegato n. 8 (otto) fotografie scattate il 02/04/2011

In attesa di Vostri rispettivi riscontri, vogliate accettare i miei migliori saluti.

Torna ad inizio pagina / Abbonati a questo feed (RSS)